BOTULINO, POSTERIOR COMPONENT SEPARATION (PCS/TAR), BIOLOGICA

Autore: Enrico Lauro
Data: 11 Giugno 2018

Altro caso che inizia da una infezione protesica con necessità di sua rimozione e conseguente vasto laparocele dato che questi interventi comportano il sacrificio di parti complete di parete addominale. A tal proposito è interessante la TAC con e senza ponzamento in cui risalta l’enorme diastasi dell’insieme del complesso muscolare (retti e muscoli laterali) e, al ponzamento, la proiezione dei retti in senso ortogonale alla parte stessa come se fossero “le porte di un saloon”!
Interessante in questo caso la citazione del “Trentino Hernia Team”: i chirurghi di più chirurgia della regione si sono accordati per creare un gruppo in cui discutere di volta in volta i casi più complessi decidendo insieme l’approccio terapeutico. Una bella esperienza e un bel esempio di comunicazione e condivisione di expertise chirurgiche.
La scelta chirurgica è caduta su un trattamento con botulino per permettere di liberare quanto più possibile i muscoli retti in senso mediale; operatoriamente è seguita una separazione posteriore trans-trasverso con ricorso a protesi biologica.
Scelta complessa che offriamo ai nostri amici per una discussione ma che ha dato dei bei risultati post-operatori.

È necessario essere utenti registrati ed effettuare il login per visualizzare il contenuto richiesto. Sei già iscritto a Webiah? Accedi. Se non sei iscritto: Registrati.